Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Ha lo scopo di fornire un sostegno alle famiglie di minori invalidi che devono sostenere spese legate alla frequenza di una scuola, pubblica o privata, o di un centro specializzato per terapie o riabilitazione.

I requisiti per ottenere l'indennità di frequenza sono i seguenti:

Essere minori di anni 18;
Essere cittadini italiani oppure cittadini comunitari o extracomunitari residenti in Italia;
Essere stati riconosciuti "minore con persistenti difficolà a svolgere i compiti e le funzioni della propria età" oppure "minore sordomuto con perdita uditiva superiore ai 60 decibel nell'orecchio migliore";
Frequenza continua o anche periodica di centri ambulatoriali o di centri diurni, anche di tipo semiresidenziale, pubblici o privati convenzionati, che operino a scopo terapeutico, riabilitativo o di recupero dei portatori di handicap;

oppure

Frequenza di scuole pubbliche o private, di ogni ordine e grado, o di centri di formazione e addestramento professionale pubblici o privati purché convenzionati, finalizzati al reinserimento sociale;
Non essere ricoverati in istituti pubblici con carattere di continuità e permanenza.

Il limite di reddito previsto per l'erogazione della prestazione è lo stesso dell'assegno mensile per gli invalidi civili parziali (euro 4.795,57 per l'anno 2014)

L'importo dell'indennità di frequenza previsto per l'anno 2014 è di euro 279,19 al mese, pagati per 12 mensilità.

L'indennità non è soggetta a IRPEF.

L'indennità di frequenza è incompatibile con l'indennità di accompagnamento.