Notizie
L'AUMENTO A 651,51 EURO PER L'ASSEGNO DEGLI INVALIDI E' REALTA'
24 Settembre 2020

La misura riguarda gli invalidi civili totali, ciechi assoluti e sordi, titolari di pensione di inabilità, di età superiore ai diciotto anni

l’Inps ha emanato la circolare applicativa riguardante l’incremento al milione, per i soggetti di età superiore ai diciotto anni invalidi civili totali, sordi o ciechi assoluti titolari di pensione e per i titolari di pensione di inabilità. Per quanto riguarda gli invalidi civili totali, ciechi assoluti e sordi, titolari di pensione di inabilità, di età superiore ai diciotto anni, la maggiorazione verrà erogata d’ufficio.

I titolari di pensione di Inabilità ex Legge 222/1984, di età superiore a diciotto anni, invece, devono presentare apposita domanda (ricostituzione reddituale) per ottenere la maggiorazione prevista dalla legge e il cd. incremento al  cosi detto “milione”. La maggiorazione e il relativo incremento di norma decorrono dal mese successivo alla presentazione della relativa domanda. In questo caso per le domande presentate entro il 9 ottobre 2020 il beneficio, se espressamente richiesto, verrà erogato dal 1° agosto 2020. Con l’occasione si ricorda che i requisiti per ottenere l’Incremento al milione in argomento (euro 651,51 mensili) sono: · Età anagrafica superiore a 18 anni; · Seguenti requisiti reddituali riferiti all’anno 2020: a) beneficiario non coniugato redditi propri annui non superiori a 8.469,63 euro; b) beneficiario coniugato (non effettivamente e legalmente separato) redditi propri di importo annuo non superiore a 8.469,63 euro e redditi cumulati con il coniuge di importo annuo non superiore a 14.447,42 euro. Qualora entrambi i coniugi abbiano diritto all’incremento l’Inps erogherà il beneficio in misura tale che il suddetto limite di reddito cumulato non venga superato. Ai fini dell’incremento rilevano tutti i redditi, sia del titolare che del coniuge, di qualsiasi natura, assoggettabili ad IRPEF a tassazione corrente o a tassazione separata, i redditi tassati alla fonte e i redditi esenti da IRPEF. Non rilevano, invece, il reddito della casa di abitazione, le pensioni di guerra, l’indennità di accompagnamento, l’importo aggiuntivo di 154,94 euro, i trattamenti di famiglia, l’indennizzo previsto in favore dei soggetti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazioni di emoderivati


Tags: #Pensioni

Resta sempre connesso

Benvenuto, Inac ti permette di richiedere ogni tipologia di prestazione senza uscire di CASA.
Le richieste saranno esaminate da un esperto previdenziale che ti assisterà nelle varie operazioni. Clicca per vedere l’elenco dei servizi offerti.
Se sei già un nostro assistito e negli anni precedenti ti sei servito dell’assistenza di una nostra sede Inac puoi iniziare a compilare i campi di seguito riportati, successivamente sarai contattato dalla nostra sede territoriale.
Se non sei un assistito del patronato Inac puoi tranquillamente registrarti compilando i campi di seguito riportati e sarai contattato dalla sede territoriale Inac a te più vicina.
Registrandoti riceverai gratuitamente via mail il nostro giornale “Diritti Sociali”, così sarai sempre aggiornato sull’evoluzione della normativa.

Per cittadini nati all’estero, inserire il paese e la città di nascita


Copyright © 2019 Inac, All Rights Reserved. INAC - ISTITUTO NAZIONALE ASSISTENZA AI CITTADINI. Lungotevere Michelangelo, 9 - 00192 Roma Created by Web Agency Interact SpA 2018