Notizie
"DOMANI" LA VI GIORNATA NAZIONALE DEL SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE DI INAC-CIA
11 Gennaio 2021

Presentati i progetti sviluppati dai ragazzi volontari impegnati nell'anno dell'emergenza sanitaria per il Coronavirus

La sesta giornata giornata nazionale del Servizio Civile Universale del Patronato Inac-Cia, rappresenta un momento di sintesi dei progetti portati avanti dai ragazzi volontari, se pur in un anno veramente particolare, quello dell'emergenza sanitaria causata dal Covid 19. Il tema scelto per questa iniziativa è "Domani", quindi, nelle intenzioni, si tratta di un momento di riflessione  che ospita le testimonianze dei volontari impegnati, assieme ai contributi di autorevoli ospiti come la dottoressa Titti Postiglione del Dipartimento dele Politiche giovanili e il servizio civile universale della presidenza del Consiglio dei Ministri oltre al Dottor Licio Palazzini presidente del CNESC, Antonio Barile presidente del Patronato Inac-Cia e Laura Ravagnan Diretore Generale del Patronato Inac-Cia. 

Proprio Laura Ravagnan ha aperto la giornata con questo saluto introduttivo:

  

Buongiorno a tutti i presenti: operatori volontari, OLP e direttori; un saluto e un ringraziamento particolare per la partecipazione ai nostri ospiti, Titti Postiglione, Direttrice dell’Ufficio per il Servizio Civile Universale, e Licio Palazzini, Presidente della CNESC (Conferenza Nazionale Enti di Servizio Civile)

Benvenuti al VI incontro nazionale dei volontari in servizio civile INAC!

 

Non siamo in presenza, come speravamo e avremmo immaginato un anno fa, quando abbiamo iniziato questo nuovo percorso insieme, ma ci siamo! E anche questo è un risultato.

È un risultato perché insieme stiamo portando a termine un anno davvero straordinario e faticoso. Infatti, chi lo avrebbe mai pensato che stare a casa sarebbe stato tanto faticoso? O che “essere positivi” sarebbe stato così pericoloso?

Eppure, in meno di un anno, ci siamo abituati a questo e a ben altro. Ci siamo abituati a lavorare a distanza, a festeggiare a distanza, ma soprattutto ad offrire la nostra assistenza, il nostro servizio, a distanza. Voi operatori volontari, come noi operatori INAC, come tutti qui presenti, abbiamo affrontato insieme, giorno dopo giorno, l’evoluzione di questa emergenza che ancora, nostro malgrado, ci accompagna, ma che evidentemente non ci ha ancora fermato.

Non ha fermato l’anno di servizio civile che state completando, alcuni tra qualche giorno ed altri tra poco più di un mese; non ha fermato le attività di servizio e la formazione; non ha fermato la voglia di stare insieme e di vivere bene l’opportunità di questo anno così “straordinario”.

E per tutto questo voglio innanzitutto complimentarmi con voi giovani in servizio civile INAC, che avete sostenuto la pressione di questo anno così particolare e allo stesso tempo avete portato avanti ogni attività con diligenza e attenzione.

Ma anche con grande passione e senso di responsabilità, e la prova più grande di ciò l’avete espressa quando, nonostante avessimo la possibilità di interrompere il servizio a causa dell’emergenza Covid, abbiamo scelto insieme a voi di continuare ed insieme a voi di affrontare tutte le difficoltà, rendendo questa esperienza di Servizio Civile Universale UNICA! Per noi e per voi. Vi siete resi utili e disponibili perché avete capito l’alto valore del nostro ruolo e, in questo particolare momento, volevate esserne partecipi.

È stato un anno stressante, lo sappiamo bene, ma anche una grande lezione di vita. Uno scambio importante che non dimenticheremo mai.

Passione… dicevo… avete affrontato questo vostro anno di Servizio Civile con PASSIONE…che è la nostra parola chiave.

Con la stessa passione che gli operatori dell’INAC, tra cui i vostri OLP, mettono ogni giorno nel loro lavoro, voi avete affrontato questi mesi, dimostrando di aver colto e fatto vostro lo spirito e i valori del Servizio Civile - della difesa della Patria, dell’educazione ai valori della pace, della solidarietà – che tanto bene si sposano con quelli del Patronato INAC e della CIA Agricoltori Italiani , che mirano al sostegno dei cittadini italiani e del mondo più fragili, come gli anziani, le famiglie a basso reddito o con portatori di handicap, i lavoratori disoccupati, gli immigrati.

Prima di concludere, alcuni numeri per raccontare la nostra storia di servizio civile. Questo che concludiamo è il 9° anno di servizio civile in cui abbiamo accolto e seguito oltre 900 volontari con 72 progetti avviati in Italia e all’estero.

Rispetto agli anni passati il vostro bando ha visto un numero molto inferiore di avvii al servizio. Infatti, con l’assenza dei fondi promessi nel bilancio del 2019, abbiamo potuto avviare appena 7 progetti in Italia e all’estero per un totale di circa 70 giovani.

Con il nuovo bando appena iniziato, nonostante le difficoltà che ci troviamo a vivere in conseguenza della pandemia, siamo pronti ad accogliere 219 nuovi giovani (e ad avviare 15 progetti divisi in 4 programmi) e a far vivere loro questa nuova esperienza di servizio.

Ecco, per l’INAC questi numeri non sono scontati perché, come spero abbiate potuto sperimentare, l’accompagnamento offerto in questi mesi da parte di tutto lo staff (composto dagli olp, dai formatori, dai responsabili a livello regionale e nazionale) è stato quotidiano e personale. E questa è un’altra particolarità del nostro Patronato, che nel 50ntesimo anno della sua costituzione, offre l’opportunità a coloro che in diverso modo lo vivono, di sentirsi parte davvero di una organizzazione che diventa anche un po’ una famiglia. Per questo, oltre a sperare di avervi lasciato questa idea di “comunità che cresce grazie al lavoro di tutti”, ci auguriamo di essere stati in grado di trasmettervi i nostri valori più profondi e di avervi fornito supporto e competenze che possano aiutare il vostro percorso personale e professionale.

Abbiamo chiamato questo evento conclusivo “Domani”, sperando possa essere di buon auspicio, ma soprattutto perché siamo consapevoli che Nell’oggi cammina già il domani (S.T.Coleridge).

Concludo quindi facendovi i migliori auguri da parte di tutta la nostra organizzazione: questo 2021 sia l’anno della rinascita, della condivisione e della ritrovata libertà.

L’INAC, la CIA Agricoltori Italiani tutta vi ringrazia per il vostro impegno e per aver contribuito alla nostra crescita umana e professionale.


Tags: #Servizio Civile

Resta sempre connesso

Benvenuto, Inac ti permette di richiedere ogni tipologia di prestazione senza uscire di CASA.
Le richieste saranno esaminate da un esperto previdenziale che ti assisterà nelle varie operazioni. Clicca per vedere l’elenco dei servizi offerti.
Se sei già un nostro assistito e negli anni precedenti ti sei servito dell’assistenza di una nostra sede Inac puoi iniziare a compilare i campi di seguito riportati, successivamente sarai contattato dalla nostra sede territoriale.
Se non sei un assistito del patronato Inac puoi tranquillamente registrarti compilando i campi di seguito riportati e sarai contattato dalla sede territoriale Inac a te più vicina.
Registrandoti riceverai gratuitamente via mail il nostro giornale “Diritti Sociali”, così sarai sempre aggiornato sull’evoluzione della normativa.

Per cittadini nati all’estero, inserire il paese e la città di nascita


Copyright © 2019 Inac, All Rights Reserved. INAC - ISTITUTO NAZIONALE ASSISTENZA AI CITTADINI. Lungotevere Michelangelo, 9 - 00192 Roma Created by Web Agency Interact SpA 2018