Notizie
Approfondimento: la rendita
28 Gennaio 2015

Con effetto a partire dagli infortuni accaduti e dalle malattie professionali manifestatesi dal 25 luglio 2000, si è passati ad un nuovo regime di indennizzo dei postumi.

Per gli eventi sino al 24 luglio 2000 il regime di indennizzo dei postumi era basato su:

  1. un sistema di valutazione dei postumi riferito all'incidenza sulla sola capacità lavorativa dell'individuo;
  2. un'unica prestazione economica, costituita dalla rendita diretta per inabilità permanente.

Chi ha avuto diritto, per gli eventi sino al 24 luglio 2000, alla rendita diretta per inabilità permanente continua a percepirla, e ad essere sottoposto alle regole stabilite dalla legge per questa prestazione.

Per gli eventi dal 25 luglio 2000 il regime di indennizzo dei postumi è basato su:

  1. un sistema di valutazione dei postumi riferito non solo all'incidenza sulla capacità lavorativa dell'individuo, ma anche e soprattutto al cosiddetto "danno biologico", che comporta un esame sull'integrità psicofisica dell'individuo;
  2. due prestazioni economiche: l'indennizzo in capitale per danno biologico, e la rendita diretta per danno biologico.
     

La valutazione del danno biologico

Il danno biologico è un tipo di valutazione delle menomazioni introdotto nel nostro ordinamento dalle sentenze dei giudici riguardanti il contenzioso sui danni da incidente automobilistico, e che il legislatore ha recepito ed esteso anche ai danni da infortunio sul lavoro e da malattia professionale.

Il danno biologico è costituito da una lesione dell'integrità psicofisica della persona: esso non si riferisce quindi alla sola sfera produttiva e lavorativa, ma anche a quella spirituale, culturale, affettiva, sociale, sportiva, ecc.

In altre parole, il danno biologico si riferisce a tutti gli aspetti ed attività attraverso cui le persone si realizzano.

Rientrano nel concetto di danno biologico, tra gli altri: il danno alla vita di relazione; il danno estetico; psichico; alla sfera sessuale; derivante dalla perdita di opportunità lavorative; esistenziale.

La valutazione del danno biologico dovuto a infortunio sul lavoro o malattia professionale avviene sulla base di una tabella delle menomazioni comprensiva degli aspetti dinamico relazionali.

 

Il rapporto tra vecchio e nuovo regime

Cosa accade se il titolare di una rendita per eventi sino al 24 giugno 2000, subisce successivamente un nuovo infortunio o contrae una malattia professionale?

La legge stabilisce in modo chiaro che i due regimi di valutazione dei postumi non comunicano tra loro: in altre parole non è possibile valutare unitariamente i postumi di eventi sino al 24 luglio 2000 che hanno dato luogo ad una rendita, ed i postumi di eventi che si collocano dal 25 luglio 2000 in poi.

La legge precisa che i postumi dovuti ad eventi sino al 24 luglio 2000 possono essere valutati unitariamente ai postumi dovuti ad eventi successivi solo se:

  1. non avevano dato luogo ad una rendita;
  2. sono "concorrenti" con i postumi dovuti agli eventi successivi (sono dette "concorrenti" quelle menomazioni che interessano organi od apparati con funzionalità sinergiche tra loro; ad es. occhi; cuore-polmoni; polso-gomito).

Per concludere, può quindi capitare che il titolare di una rendita per eventi sino al 24 luglio 2000, in seguito ad un nuovo infortunio o ad una malattia professionale che si collocano nel nuovo regime indennitario, possa percepire anche un indennizzo in capitale per danno biologico, se non addirittura anche una rendita diretta per danno biologico: in quest'ultimo caso, l'interessato percepisce due rendite.

 

La revisione delle rendite

La disciplina che regola le revisione delle rendite è la stessa, sia per le rendite dirette per inabilità permanente, sia per le rendite dirette da danno biologico.

La visita di revisione può svolgersi su iniziativa dell'Inail: in tal caso è denominata "revisione attiva". Se invece la visita di revisione avviene su domanda del titolare della rendita, è denominata "revisione passiva".

Si tratta di una disciplina complessa, della quale riferiamo sinteticamente i termini temporali.

Il periodo entro il quale una rendita da infortunio può essere sottoposta a revisione è costituito da un decennio a partire dal giorno della guarigione clinica (che corrisponde anche alla data di decorrenza della rendita).

All'interno di questo decennio si possono realizzare al massimo 6 visite di revisione: quattro durante il primo quadriennio; una alla scadenza del settennio; una alla scadenza del decennio.

Il periodo entro il quale una rendita da malattia professionale può essere sottoposta a revisione è costituito da un quindicennio a partire dal giorno della guarigione clinica (che corrisponde anche alla data di decorrenza della rendita).

All'interno di questo quindicennio si possono realizzare al massimo 15 visite di revisione: una per ciascun anno.

Regole più complesse sono previste nel caso in cui la rendita risulti composta da menomazioni derivanti sia da infortuni che da malattia professionale.


Tags: #Tutela del Lavoro #Tutela del Lavoro

Resta sempre connesso

Benvenuto, Inac ti permette di richiedere ogni tipologia di prestazione senza uscire di CASA.
Le richieste saranno esaminate da un esperto previdenziale che ti assisterà nelle varie operazioni. Clicca per vedere l’elenco dei servizi offerti.
Se sei già un nostro assistito e negli anni precedenti ti sei servito dell’assistenza di una nostra sede Inac puoi iniziare a compilare i campi di seguito riportati, successivamente sarai contattato dalla nostra sede territoriale.
Se non sei un assistito del patronato Inac puoi tranquillamente registrarti compilando i campi di seguito riportati e sarai contattato dalla sede territoriale Inac a te più vicina.
Registrandoti riceverai gratuitamente via mail il nostro giornale “Diritti Sociali”, così sarai sempre aggiornato sull’evoluzione della normativa.

Per cittadini nati all’estero, inserire il paese e la città di nascita


Copyright © 2019 Inac, All Rights Reserved. INAC - ISTITUTO NAZIONALE ASSISTENZA AI CITTADINI. Lungotevere Michelangelo, 9 - 00192 Roma Created by Web Agency Interact SpA 2018