Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Invalidità civile

Si considerano mutilati e invalidi civili i cittadini affetti da minorazioni congenite o acquisite,anche a carattere progressivo, che abbiano subito una riduzione permanente della capacità lavorativa non inferiore ad un terzo o, se minori di anni 18, che abbiano difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età.

L'invalidità si definisce civile quando non deriva da cause di servizio, di guerra o    di lavoro e viene espressa in percentuale .
Ai soli fini dell'assistenza sociosanitaria e della concessione dell'indennità di accompagnamento, si considerano mutilati e invalidi civili i soggetti ultrasessantacinquenni che abbiano difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età.

Il riconoscimento dell'invalidità civile non è subordinato ad alcun requisito contributivo e può portare al riconoscimento dei seguenti benefici:

Alcune prestazioni di carattere economico sono subordinate al non superamento di determinati limiti di reddito annualmente stabiliti. Si considera solo il reddito dell'invalido e in sede di prima liquidazione della prestazione il reddito da prendere in  considerazione è sempre quello dell'anno in corso dichiarato in via presuntiva.

Tutte le domande per riconoscimento invalidità civile devono essere inviate all'Inps esclusivamente per via telematica.

 

 

Rivolgiti con fiducia all'ufficio INAC a te più vicino, troverai personale qualificato pronto a verificare la tua posizione e a consigliarti per il meglio

In cosa possiamo aiutarti

  • a presentare domanda per il riconoscimento dell'invalidità civile
  • a verificare la correttezza degli importi percepiti
  • a ridurre i tempi per ottenerla