Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Pensione ai Superstiti

La pensione ai superstiti è una prestazione erogata in caso di decesso ai familiari del pensionato ma anche del lavoratore non ancora pensionato.

Gli aventi diritto sono:

• il coniuge superstite, anche se separato; il coniuge divorziato solo se titolare di assegno divorzile;

• i figli che alla data della morte del genitore siano minorenni, inabili, studenti  (fino a 21 anni) o universitari (fino a 26 anni ma comunque non oltre la durata legale del corso di laurea) e a  carico alla data di morte del medesimo;

• i nipoti minori (equiparati ai figli) se a totale carico degli ascendenti (nonno o nonna) alla data di morte dei medesimi.

In mancanza del coniuge, dei figli e dei nipoti la pensione può essere erogata:

• ai genitori

In mancanza del coniuge, dei figli, dei nipoti e dei genitori la pensione può essere erogata:

• ai fratelli celibi inabili e sorelle nubili inabili, non titolari di pensione, che alla data di morte del lavoratore e/o pensionato siano a carico del medesimo.

Misura

Agli aventi diritto viene corrisposta una pensione nelle seguenti percentuali di quanto spettante al familiare deceduto:

  • 60% al coniuge o in sua mancanza al figlio qualora unico avente diritto ( se il beneficiario è minore, studente o inabile tale percentuale è elevata al 70%)
  • 20% a ciascun figlio in presenza del coniuge, 40% se hanno diritto solo i figli
  • 15% ai genitori, fratelli e le sorelle.

Dall' 01/01/2012 nel caso di matrimonio con un soggetto con un'età superiore a 70 anni l'importo della pensione del coniuge superstite viene ridotto in relazione alla durata del matrimonio. 

Incumulabilità con i redditi del beneficiario  

L'importo della pensione ai superstiti sarà ulteriormente abbattuto qualora il titolare possiede altri redditi superiori a determinati limiti. Tabella_F

La trattenuta non si applica quando tra i beneficiari ci sono figli minori o maggiorenni studenti o inabili.

Indennità una tantum

Il superstite di lavoratore che ha versato contributi solo dopo il 31/12/1995 e deceduto senza aver perfezionato i requisiti richiesti, può richiedere a determinate condizioni la cd. "indennità una tantum". Indennità_una-tantum

Indennità per morte

L'indennità per morte è un'indennità erogata al coniuge superstite del lavoratore che hanno anche un solo contributo  ante  31 dicembre 1995 che, al momento del decesso, non abbia maturato il diritto alla pensione. Indennità_per-morte

 

Vuoi sapere se ne hai diritto? Cerca l'ufficio INAC più vicino alla tua abitazione. Il nostro personale qualificato è GRATUITAMENTE a tua disposizione.

In cosa possiamo aiutarti

  • a calcolare quale sarà la tua pensione
  • ad assicurare che la tua pensione sarà la migliore possibile
  • a ridurre i tempi per ottenerla