Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Pensione di vecchiaia

La pensione di vecchiaia costituisce la tutela costituzionale per eccellenza. Essa infatti viene erogata quando,   in base alle vigenti normative, si ritiene che il lavoratore non è più considerato idoneo alla permanenza nel modo produttivo.In risposta a logiche di sostenibilità finanziaria del sistema previdenziale nel 1992 il legislatore ha provveduto ad effettuare la prima elevazione dei requisiti anagrafici e contributivi dei lavoratori appartenenti al  settore privato mentre i lavoratori della pubblica amministrazione accedevano già alla pensione di vecchiaia ad un'età più avanzata, cioè a 65 anni.

L'intervento legislativo non è stato però sufficiente nè a mettere in sicurezza il sistema previdenziale né ad equiparare i requisiti di accesso tra lavoratori del settore privato e lavoratori  del settore pubblico, né tra uomini e donne, né tra lavoratrici dipendenti e lavoratrici autonome. Per quest'ultime la differenza era determinata dall'applicazione della cosiddetta finestra mobile, cioè il tempo intercorrente tra l'erogazione della prestazione ed il perfezionamento dei requisiti.

La cosiddetta  riforma Fornero , in termini temporali,  rappresenta l'ultimo intervento legislativo che va in questa direzione.

Per ottenere la pensione di vecchiaia sono sufficienti 20 anni di contribuzione sia essa obbligatoria, volontaria, da riscatto o figurativa.

Per il 2014 l'età richiesta è di 66 anni per gli  uomini e per le  donne del settore pubblico. Anche gli uomini appartenenti al settore privato possono andare in pensione a 66 anni, mentre  per le donne vi è un incremento anagrafico graduale,   fino all'equiparazione con il requisito degli uomini,  che cresce in modo differenziato tra lavoratrici dipendenti, per le quali  vengono  oggi richiesti 63 anni e 6 mesi e lavoratrici autonome che devono far valere 64 anni e 6 mesi.

Inoltre a tutte le età appena descritte si devono aggiungere 3 mesi per l'aggancio all'aspettativa di vita che scatta ogni 3 anni a decorrere dal 2013.

Scarica la tabella degli adeguamenti sull'aspettativa di vita

Vuoi conoscere la tua situazione previdenziale? Cerca l'ufficio INAC più vicino alla tua abitazione. Il nostro personale qualificato è GRATUITAMENTE a tua disposizione.

In cosa possiamo aiutarti

  • a calcolare quale sarà la tua pensione
  • ad assicurare che la tua pensione sarà la migliore possibile
  • a ridurre i tempi per ottenerla