Salta al contenuto

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

News&Bandi

Indietro

Servizio civile nazionale: 62 nuovi giovani volontari lavorano nell'Inac

Pubblicato il 7 ottobre 2015

Sono 62 i nuovi giovani volontari del servizio civile nazionale che lunedì 5 ottobre hanno iniziato la loro attività presso 17 sedi provinciali del Patronato INAC (Istituto Nazionale di Assistenza ai Cittadini) in Puglia, Molise, Campania, Piemonte e Liguria. I nuovi volontari si vanno ad aggiungere ai 10 già in servizio in Veneto e ai 28 attivi dallo scorso 16 aprile con i progetti finanziati tramite Garanzia Giovani.

Insieme ai giovani impegnati tramite il servizio civile regionale della Toscana, Marche e Veneto, l'INAC vede in questo momento quasi 130 giovani su tutto il territorio nazionale impegnati in progetti destinati a stranieri, anziani e fasce deboli della popolazione.

L'INAC è il patronato promosso dalla CIA (Confederazione Italiana Agricoltori), e da oltre quaranta anni si occupa della tutela dei cittadini per quanto riguarda i problemi previdenziali, assistenziali e l'assicurazione per gli infortuni sul lavoro.

Accreditato come ente di 1a Classe nel Servizio civile nazionale, con i suoi progetti prosegue le sue finalità di informazione, di assistenza e di tutela verso le fasce più deboli della popolazione, attraverso il supporto dei giovani che con il loro servizio traducono in azioni concrete il principio di "difesa della Patria" cui si fonda il servizio civile nazionale secondo la legge 64 del 2001.

"Il servizio civile per il Patronato INAC – dichiara il suo Presidente, Antonio Barile – sta costituendo per il Patronato un ‘laboratorio' attraverso cui sperimentare nuove modalità di servizio verso i cittadini, valorizzando l'intraprendenza e l'innovatività che i giovani hanno, insieme all'esperienza delle figure che li accompagnano, a partire dai nostri direttori provinciali, e dalla struttura nazionale che ha con loro un rapporto quasi quotidiano". "Abbiamo notato un forte interesse di questi volontari verso le attività del Patronato, che sono di per sé impegnative e richiedono di essere scelte con consapevolezza – prosegue Barile -. Per noi è una conferma importante della bontà della nostra proposta, anche in termini di investimento formativo e professionale verso questi ragazzi, tanto che alcuni di loro dei precedenti progetti sono rimasti proprio come operatori dell'INAC".

"Crediamo molto in questa esperienza – aggiunge Corrado Franci, Direttore generale dell'INAC -. Dallo scorso aprile, con l'adesione alla CNESC-Conferenza nazionale enti di servizio civile, abbiamo voluto portare il nostro contributo di esperienza maturato in questi anni nella principale associazione di rappresentanza degli enti di servizio civile". "Con la nuova progettazione, che si conclude il prossimo 15 ottobre – conclude Franci – proveremo a migliorare ancora una volta la nostra proposta, valorizzando l'attività fin qui svolta dai nostri volontari e sperimentando nuove modalità di servizio verso i cittadini, con il lancio ad esempio di un software che permetterà di mappare i loro bisogni ed informarli dei loro diritti sociali".

Servizio Civile


Vieni a trovarci! E....

saremo felici di aiutarti

Trova la nostra sede più vicina a te