Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Indietro

Salvaguardati per il 2015 i lavoratori del turismo

Pubblicato il 6 ottobre 2015

Il meccanismo di calcolo della  NASpI, introdotto dall'art. 5 del D.Lgs 22/2015, penalizza in maniera consistente i lavoratori stagionali, i quali per effetto di tale modalità si ritrovano a percepire un indennità sostanzialmente inferiore a quanto precedentemente previsto dalla normativa per Aspi e MiniAspi.                                          
La procedura di calcolo della Naspi infatti prevede l'abbattimento dei periodi lavoro che nel corso degli ultimi quattro anni hanno già dato diritto ad una prestazione di sostegno al reddito. Ciò penalizza in maniera consistente i lavoratori stagionali i quali precedentemente con l'Aspi, a fronte di un periodo lavorativo di 6 mesi potevano contare su 6 mesi di disoccupazione. Con la modalità di calcolo della Naspi invece con 6 mesi di lavoro possono contare al massimo su un'indennità per 3 mesi, in virtù del dettato normativo che prevede l'abbattimento dei periodi di lavoro che, negli ultimi quattro anni hanno già dato diritto a prestazioni di sostegno al reddito.   Il Governo ha cercato di porre rimedio a tale problematica e con il d.Lgs. 148/2015, attuativo del Jobs act, per la parte riguardante il riordino degli ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro, all'art. 43 comma 4 ha previsto, solo per il 2015 e limitatamente ai lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali, una salvaguardia per quanto riguarda il calcolo e la durata dell'indennità. In pratica si prevede per i suddetti lavoratori, in caso di durata della Naspi inferiore a 6 mesi, la possibilità di computare nel  calcolo anche i periodi che hanno dato diritto negli ultimi 4 anni a disoccupazione con requisiti ridotti e MiniAspi 2012. La prestazione così calcolata non può comunque avere durata superiore a 6 mesi.

Disoccupazione, per saperne di più