Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Indietro

Bonus 800 euro “mamma domani”

Pubblicato il 6 maggio 2017

Dal 4 maggio è possibile inoltrare la domanda per il bonus da 800 euro destinato alle future mamme, previsto dalla legge di bilancio 2017. Detto premio di 800 euro può essere concesso esclusivamente per uno dei seguenti eventi verificatisi dal 1 gennaio 2017:

  • compimento del 7° mese di gravidanza;
  • parto, anche se antecedente all'inizio dell'8° mese di gravidanza;
  • adozione o affidamento preadottivo del minore, nazionale o internazionale disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge n. 184/1983, ed è riconosciuto alle donne gestanti o alle madri che siano in possesso dei seguenti requisiti: a) residenza in Italia; b) cittadinanza italiana o comunitaria; c) cittadine extracomunitarie in possesso dello status di rifugiato politico e protezione sussidiaria ; d) cittadine extracomunitarie in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo oppure della carta di soggiorno per familiari di cittadini Ue.

Per gli eventi verificatisi dal 1° gennaio al 4 maggio 2017, la domanda può essere presentata a partire dal 4 maggio 2017. In tutti gli altri casi la domanda deve essere presentata dopo il compimento del 7° mese di gravidanza e comunque entro un anno dalla nascita/adozione. Il beneficio è concesso una sola volta e in un'unica soluzione, per evento (gravidanza o parto, adozione o affidamento), in relazione ad ogni figlio nato o adottato/affidato. È possibile presentare domanda anche se, pur avendo maturato i 7 mesi di gravidanza, non si sia portata a termine la gravidanza a causa di un'interruzione della stessa. 

previsto dalla legge di bilancio 2017. Detto premio di 800 euro può essere concesso esclusivamente per uno dei seguenti eventi verificatisi dal 1 gennaio 2017:

  • compimento del 7° mese di gravidanza;
  • parto, anche se antecedente all'inizio dell'8° mese di gravidanza;
  • adozione o affidamento preadottivo del minore, nazionale o internazionale disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge n. 184/1983, ed è riconosciuto alle donne gestanti o alle madri che siano in possesso dei seguenti requisiti: a) residenza in Italia; b) cittadinanza italiana o comunitaria; c) cittadine extracomunitarie in possesso dello status di rifugiato politico e protezione sussidiaria ; d) cittadine extracomunitarie in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo oppure della carta di soggiorno per familiari di cittadini Ue.

Per gli eventi verificatisi dal 1° gennaio al 4 maggio 2017, la domanda può essere presentata a partire dal 4 maggio 2017. In tutti gli altri casi la domanda deve essere presentata dopo il compimento del 7° mese di gravidanza e comunque entro un anno dalla nascita/adozione. Il beneficio è concesso una sola volta e in un'unica soluzione, per evento (gravidanza o parto, adozione o affidamento), in relazione ad ogni figlio nato o adottato/affidato. È possibile presentare domanda anche se, pur avendo maturato i 7 mesi di gravidanza, non si sia portata a termine la gravidanza a causa di un'interruzione della stessa. 

Ultime notizie